Torna alla Home Page

via San Martino, 19 - 20013 Magenta (MI) - Botteghino 0297291337 Fax 0292853797 - email: info@teatronuovo.com   RSS cinemateatronuovo Facebook Twitter cinemateatronuovo
Stagione teatrale "Altre storie oltre il sipario"

29 marzo 2017

Ore 10,00


PICABLO

Compagnia: Tam Teatromusica
Regia: Michele Sambin
Con: Flavia Bussolotto, Alessandro Martinello
Età: da 6 a 10 anni
Durata: 60'
Genere: performance teatrale, racconto per immagini
Prezzo biglietto: intero € 7,00 – ridotto € 6,00









  Scheda didattica spettacolo  


A quattro anni dipingevo come Raffaello
mi ci è voluta una vita intera
per imparare a disegnare come un bambino
(Pablo Picasso)

Pablo Diego Josè Francisco Juan Maria Cipriano Clito Patricio sono solo alcuni dei tanti nomi di Picasso.
Li abbiamo considerati l’indizio di una personalità sfaccettata e multiforme della quale abbiamo ricercato i motivi ricorrenti e le invenzioni straordinarie, fino ad accorgerci che ci sarebbe piaciuto mettere in scena la sua pittura.
Nella sterminata produzione di Picasso abbiamo individuato temi e puntato al ritmo proprio delle immagini, affidandoci alla vorace energia che le domina, alle improvvise illuminazioni che ne accendono il tessuto ricco e pulsante.
Ne è nata una lettura delle opere fatta in presa diretta, con spontaneità, che ha risolto molte incertezze sul criterio di scelta da adottare.
E come il lavoro artistico di Picasso è per semplicità racchiuso in periodi (periodo rosa, periodo blu, cubismo...) così abbiamo racchiuso il nostro lavoro teatrale in episodi collegati tra loro da un breve “cartone animato”: la storia a lieto fine di un gatto predatore e di un uccello preda.

I temi che Picablo individua e che interpreta sono:
la giovinezza (ballerina con palla e arlecchino)
la leggerezza e l’ironia (colombe che scherzano con un buffo prestigiatore)
l’amore (il pittore e le modelle)
la lotta tra istinto e ragione (la corrida)
dal buio alla luce (Guernica e la colomba della pace)
la gioia (dipingere insieme un quadro di luce colorata)

Ed è nello studio del pittore che tutto ha inizio, è lì che i quadri prendono vita, vengono interpretati abitati e trasformati. Ed è nello studio che avvengono scoperte e rivelazioni che ci portano fuori in spazi aperti in compagnia di saltimbanchi e tori, ballerine, colombe, arlecchini e toreri...
All’inizio è un vecchio Picasso quello che dal suo studio ci guarda. Lentamente andrà indietro nel tempo fino a tornare bambino...
Nello studio, sui cavalletti, sono posati i pannelli/quadro e c’è un gran da fare a spostarli più avanti o più indietro a destra o a sinistra per cogliere frammenti delle immagini proiettate, con movimenti lenti o con ritmica concitazione.
Sono i quadri che ispirano e guidano le azioni dei performer. Alcune di queste azioni hanno una forma semplice e breve, altre sono più articolate e sviluppano veri e propri racconti, ciò che le accomuna è la presenza costante di ritmo, una serie di danze lievi e giocose sia che in scena si accenni a una corrida, sia che si compongano i frammenti di Guernica.

I due performer in scena assumono durante il lavoro diverse identità, raccontano per immagini, compongono e infine dipingono:
- sono i “manovratori” che generano visioni quando utilizzano la tavola grafica, azionano i videoproiettori e il mixer audio
- sono i soggetti che escono dal quadro o entrano nel quadro quando diventano le figure simbolo della pittura di Picasso e a loro danno vita nel gioco di relazione
- sono gli autori del quadro finale quando dipingono insieme danzando il colore

E il loro rapporto è una specie di match: uno crea per l’altro una situazione che mette in moto un’azione che porta a una trasformazione: dall’arlecchino dipinto a quello di carne, dalla maschera del toro alla danza della corrida, dalla ballerina al quadro donna con ventaglio al volo della colomba... e sarà sempre un mettersi nei panni di un altro.


prezzo biglietto: intero € 7,00 – ridotto € 6,00

Scarica il modello per la conferma della prenotazione
Scarica il programma della rassegna
Scarica il modello per la richiesta del servizio trasporto

Torna alla programmazione completa