Torna alla Home Page

via San Martino, 19 - 20013 Magenta (MI) - Botteghino 0297291337 Fax 0292853797 - email: info@teatronuovo.com   RSS cinemateatroNuovo Facebook Twitter cinemateatroNuovo WhatsApp cinemateatroNuovo Telegram cinemateatroNuovo Instagram cinemateatroNuovo Youtube cinemateatroNuovo Buon Compleanno CTN
Filmforum 1997/1998 - 1° ciclo

5 dicembre 1997

KOLYA

Regia: Jan Sverák

Con: Andrej Chalimon, Zdenek Sverak.

Nazionalità: Rep. Ceca, Slovacchia

Durata: 105

Genere: Drammatico


A Praga nel 1988 il violoncellista Frantisek ha avuto un alterco con un funzionario del partito comunista ed ora non lavora più, ridotto a suonare esclusivamente in occasione di funerali. Ha bisogno di soldi, e un giorno un amico gli propone di sposare una giovane russa che ha bisogno di documenti cechi per espatriare.
In cambio riceverà una buona somma di denaro. Dopo molte esitazioni, Frantisek accetta, ma poco dopo il matrimonio, ha una sgradita sorpresa: la moglie è scappata in Germania dove c’è il suo innamorato ma ha lasciato a Praga il figlioletto di cinque anni che viene depositato davanti alla porta di casa di Frantisek. Questi è all’inizio disperato e smarrito, il bambino parla solo russo, i due non si capiscono e lui non sa come fare per accudirlo.
La polizia lo interroga ripetutamente, ma Frantisek riesce a non cedere, tiene con sè il piccolo e, dopo un periodo iniziale difficile, tra i due nasce un rapporto caloroso ed affettuoso. Ora Frantisek capisce di dover pensare alla felicità e al futuro della creatura che gli è capitata, e così insieme fanno un viaggio attraverso la campagna ceca.
Quando arriva il 1989, con la caduta del muro di Berlino, la mamma di Kolya torna a Praga per riprendersi il figlio e chiedere il divorzio. Tutto va come previsto, ed anche Frantisek riprende il suo posto all’orchestra Filarmonica. Ma il ricordo di Kolya lo accompagnerà per sempre.

Fonte: www.cinematografo.it


- GOLDEN GLOBE 1996 PER MIGLIOR FILM STRANIERO

- OSCAR 1996 PER MIGLIOR FILM STRANIERO

- ZDENEK SVERAK, INTERPRETE PRINCIPALE E PADRE DEL REGISTA, E’ UNO DEGLI SCENEGGIATORI PIU’ CELEBRI DELLA REPUBBLICA CECA.



ORARI SPETTACOLI

venerdì: 21.15
Torna alla programmazione completa