Torna alla Home Page

via San Martino, 19 - 20013 Magenta (MI) - Botteghino 0297291337 Fax 0292853797 - email: info@teatronuovo.com   RSS cinemateatroNuovo Facebook Twitter cinemateatroNuovo WhatsApp cinemateatroNuovo Telegram cinemateatroNuovo Instagram cinemateatroNuovo Youtube cinemateatroNuovo Buon Compleanno CTN
Filmforum 1996/1997 - 2° ciclo

14 febbraio 1997

RAGIONE E SENTIMENTO

Regia: Ang Lee

Con: Emma Thompson, Alan Rickman, Kate Winslet, Hugh Grant, Imelda Staunton, Gemma Jones, Tom Wilkinson

Nazionalità: U.S.A.

Durata: 140

Genere: Drammatico


Ai primi anni dell’800, morendo, Henry Dashwood lascia tutti i suoi beni, per legge, al figlio di primo letto, John, facendogli promettere di aver cura della sua seconda moglie e delle sue tre figlie Elinor, Marianne e Margaret. Fanny Ferrars, moglie di John, non gradisce la simpatia che sorge tra il fratello Edward e le tre sorelle Dashwood, e diffida Elinor, che simpatizza particolarmente col giovane, dal nutrire vane speranze. Dopo l’offerta del cugino Sir John Middleton di ospitare le parenti a Burton Cottage nei pressi di Londra, Elinor si occupa della casa e attende invano la promessa visita di Edward; Marianne si avventura in un idillio col brillante vicino John Willoughby frustrando la discreta corte del colonnello Brandon.
Ma Willoughby inspiegabilmente parte per Londra, lasciando Marianne desolata. La suocera di Sir Middleton, la pettegola Jennings, porta le tre giovani Dashwood a Londra: ad esse si unisce Lucy Steele, amica della figlia, che confida ad Elinor di essere fidanzata clandestinamente con Edward. A Londra si scopre che Willoughby, diseredato dalla zia per la sua storia con Marianne ha optato per la ricca dote di un’altra donna. Poi Brandon rivela a Elinor che il suo grande amore perduto, Eliza, ha avuto una figlia e costei è stata sedotta e abbandonata da Willoughby.
Disperata, Marianne, uscita sotto la pioggia, viene soccorsa da Brandon e si mette a letto con una polmonite cui scampa a stento. Improvvisarnente compare Edward che dichiara il suo amore ad Elinor, mentre Marianne, commossa dalla dedizione e dalla discrezione di Brandon, decide di sposarlo.

Fonte: www.cinematografo.it


- 2 GLOBI D’ORO 1996:
MIGLIOR FILM DRAMMATICO E MIGLIORE SCENEGGIATURA NON ORIGINALE A EMMA THOMPSON.

- 3 PREMI BAFTA 1996:
MIGLIOR FILM, MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA E NON PROTAGONISTA.

- OSCAR 1995 PER MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE ED ALTRE 5 CANDIDATURE:
FILM, ATTRICE PROTAGONISTA E NON, FOTOGRAFIA, COSTUMI, MUSICA.

- ORSO D’ORO ALLA BERLINALE 2006.



ORARI SPETTACOLI

venerdì: 21.15
Torna alla programmazione completa