Torna alla Home Page

via San Martino, 19 - 20013 Magenta (MI) - Botteghino 0297291337 Fax 0292853797 - email: info@teatronuovo.com   RSS cinemateatroNuovo Facebook Twitter cinemateatroNuovo WhatsApp cinemateatroNuovo Telegram cinemateatroNuovo Instagram cinemateatroNuovo Youtube cinemateatroNuovo Buon Compleanno CTN
Filmforum 1992/1993 - 1° ciclo

20 novembre 1992

TOTO LE HEROS

Regia: Jaco van Dormael

Con: Michel Bouquet, Jo De Backer, Thomas Godet, Gisela Uhlen

Nazionalità: Francia, Belgio

Durata: 90

Genere: Drammatico


Con la faccia immersa nella fontanella del lussuoso salone pseudo-barocco del magnate Alfred Kant, la polizia trova il cadavere di Thomas van Hasebroeck, suo amico-nemico d’infanzia. Costui fin dalla nascita è stato geloso del più fortunato dirimpettaio, ritenendo addirittura di esser stato scambiato con lui in culla durante un incendio nella nursery dell’ospedale. Perso il padre, che fa il pilota per Kant, che possiede un grande magazzino, durante un trasporto di materiale a rischio, Thomas comincia ad odiare sempre più Alfred, che non perde occasione per irriderlo e stuzzicarlo con battute e scherzi. La madre si reca intanto a Dover a causa del ritrovamento del velivolo precipitato col marito. I due ragazzi rimangono soli, essendo in un istituto il fratellino mongoloide, Célestin. Thomas adora la sorellina maggiore con un’intensità quasi incestuosa ed è terribile la sua disillusione di fronte alla scoperta che ella fa comunella con Alfred. Sconvolta dalla reazione di Thomas, Alice gli promette di bruciare la casa dei Kant, considerati colpevoli della morte del padre. Ma nell’impresa Alice perisce tra le fiamme. Sconvolto, Thomas prosegue la sua ormai vuota esistenza diplomandosi come ragioniere e vivendo una squallida routine finchè un giorno allo stadio vede una giovane che gli ricorda Alice: riesce a seguirla ed a scoprirne l’indirizzo. In breve tra i due nasce una relazione ma Thomas è sconvolto dalle assonanze fisiche ed anche psicologiche tra la sorella morta ed Evelyne. Anch’ella è musicista ed ha i modi affascinanti dell’altra. Finchè un giorno essi decidono di scappare ma Thomas non va all’appuntamento e si reca invece a casa di lei e scopre che quella con cui stava per fuggire è la moglie di Alfred. Per lui non c’è ora che una desolata vecchiaia in un ospizio. Ma un giorno Thomas, che ha sempre sognato di fare l’agente segreto e salvare i genitori dalle mire del perfido Kant, con uno stratagemma riesce ad uscire dall’edificio che lo ospita sottraendo la pistola dell’agente di custodia. Ha letto di un attentato cui Alfred è riuscito a sottrarsi e sapendo dove egli si nasconde decide di ucciderlo personalmente. Ma al momento di vendicarsi, rinunzia. Mentre torna all’ospizio con l’autostop cambia improvvisamente idea: avendo sentito i due killers accordarsi su ora e modalità del crimine, decide di sostituirsi ad Alfred e viene ucciso al suo posto.

Fonte: www.cinematografo.it






ORARI SPETTACOLI

venerdì: 21.15
Torna alla programmazione completa