Torna alla Home Page

via San Martino, 19 - 20013 Magenta (MI) - Botteghino 0297291337 Fax 0292853797 - email: info@teatronuovo.com   RSS cinemateatroNuovo Facebook Twitter cinemateatroNuovo WhatsApp cinemateatroNuovo Telegram cinemateatroNuovo Instagram cinemateatroNuovo Youtube cinemateatroNuovo Buon Compleanno CTN
Filmforum 1992/1993 - 1° ciclo

27 novembre 1992

CON LE MIGLIORI INTENZIONI

Regia: Bille August

Con: Samuel Fröler, Pernilla August, Max von Sydow, Ghita Nørby

Nazionalità: Svezia

Durata: 183

Genere: Drammatico


Svezia, 1901. Nella città di Uppsala, Henrik Bergman, uno spiantato studente di Teologia che convive nascostamente con la cameriera Frida Strandberg, s’innamora, ricambiato, di Anna Åkerblom, la pervicace sorella del suo amico Ernst. Questo amore è osteggiato dalla signora Karin, la madre di Anna che, essendo a conoscenza della relazione di Henrik con Frida, costringe il giovane a partire dopo aver scritto una lettera d’addio ad Anna. Henrik però pensa sempre a lei e vuole incontrarla ma Anna lo respinge. Successivamente Frida riesce a convincerla che Henrik è innamorato di lei, ed è disposta a farsi da parte. Frattanto Anna ha contratto la tubercolosi e deve andare in sanatorio, in Svizzera. Guarita, scrive ad Henrik ma la madre distrugge la sua lettera e porta la figlia in Italia per un lungo viaggio. Alla morte del marito, Karin rivela alla figlia il particolare della lettera bruciata e la ragazza decide di tornare all’istante e di sposare Henrik. Prima però vanno a visitare la futura parrocchia di lui, Forsboda, nel Nord, e passano a visitare Alma, madre di Henrik, apparentemente affettuosa, ma in realtà atterrita dall’idea che un’estranea le porti via l’adorato figlio. All’arrivo a Forsboda scoppiano litigi sia per la futura disposizione delle stanze, sia per il luogo del matrimonio: tuttavia la cerimonia avviene con grande fasto ad Uppsala. Rinunciando al viaggio di nozze i due sposini salgono sul treno e raggiungono la sperduta parrocchia. Qui vi sono serie tensioni sociali per la crisi produttiva e gli operai della locale fonderia sono in fermento. Il direttore, Nordenson, tenta di tirar dalla sua parte il giovane pastore che invece è dalla parte degli operai. Frattanto ai due giovani coniugi, che hanno accolto in casa Petrus, un ragazzino disadattato ma intelligente, avido divoratore di libri, nasce un figlio, Dag.

Fonte: www.cinematografo.it


- PALMA D’ORO A BILLE AUGUST E PREMIO COME MIGLIORE ATTRICE A PERNILLA AUGUST AL 45° FESTIVAL DI CANNES (1992).



ORARI SPETTACOLI

venerdì: 21.15
Torna alla programmazione completa