Torna alla Home Page

via San Martino, 19 - 20013 Magenta (MI) - Botteghino 0297291337 Fax 0292853797 - email: info@teatronuovo.com   RSS cinemateatroNuovo Facebook Twitter cinemateatroNuovo WhatsApp cinemateatroNuovo Telegram cinemateatroNuovo Instagram cinemateatroNuovo Youtube cinemateatroNuovo Buon Compleanno CTN
Filmforum 1992/1993 - 2° ciclo

22 gennaio 1993

RACCONTO D’INVERNO

Regia: Eric Rohmer

Con: Charlotte Véry, Frédéric van den Driessche, Michael Voletti, Hervé Furic

Nazionalità: Francia

Durata: 117

Genere: Commedia


La giovane Félicie, che lavora in un salone di bellezza parigino di proprietà del parrucchiere Maxence, trascorre talvolta la notte dal suo Loïc, un bibliotecario, che abita nella periferia ovest della città, e talvolta nella periferia sud, dalla madre a cui ha affidato Elise, la piccola figlia che ha avuto quattro anni prima dal giovane Charles, un cuoco incontrato in Bretagna durante l’estate e del quale ha perso le tracce poiché al momento di separarsi, ha sbagliato a scrivere il suo indirizzo e non si è fatta dare il suo. Non sopportando l’intellettualità di Loïc, di cui si sente inferiore, Félicie accetta la proposta di Maxence, che si è innamorato di lei, di trasferirsi a Nevers con lui. In realtà la donna non è innamorata di nessuno dei due, mentre è ossessionata dal vivido ricordo di Charles. Ha perduto la speranza di ritrovarlo, ma immagina di vederlo ovunque e giunge perfino a correre dietro una figura di uomo in cui ha creduto di riconoscere colui che per lei è sempre stato e sempre sarà l’unico grande amore della vita. Dopo quattro giorni, Félicie torna da sua madre a Parigi e va da Loïc. Non accetta però di andare a vivere da lui: non è tornata per lui e non vuole legarsi a nessun uomo. Saranno soltanto amici perché Félicie ha deciso di sacrificare la sua esistenza, perché un giorno, se dovesse ritrovare Charles, quello sarebbe la più grande gioia della vita. Un giorno mentre si trova sulla metropolitana con Elise, incontra per caso Charles. Forse i suoi sogni diventeranno realtà.

Fonte: www.cinematografo.it


- PREMIO FIPRESCI E PREMIO DELLA GIURIA ECUMENICA AL FESTIVAL DI BERLINO 1992.



ORARI SPETTACOLI

venerdì: 21.15
Torna alla programmazione completa