Torna alla Home Page

via San Martino, 19 - 20013 Magenta (MI) - Botteghino 0297291337 Fax 0292853797 - email: info@teatronuovo.com   RSS cinemateatroNuovo Facebook Twitter cinemateatroNuovo WhatsApp cinemateatroNuovo Telegram cinemateatroNuovo Instagram cinemateatroNuovo Youtube cinemateatroNuovo Buon Compleanno CTN
Filmforum 1998/1999 - 2° ciclo

12 febbraio 1999

STORIE D’AMORE

Regia: Jerzy Stuhr

Con: Jerzy Stuhr, Dominika Ostalowska, Karolina Ostrozna, Irina Alfiorowa, Ryszard Sobolewski, Katarzyna Figura.

Nazionalità: Polonia

Durata: 87

Genere: Commedia


PRIMA STORIA. Un docente universitario di letteratura, durante la prova scritta di un esame, riceve dalla studentessa Eva un foglio su cui è scritto " Io l’amo". Lui rimprovera la ragazza , ma lei protesta la sua sincerità. Confuso, il docente dapprima è sul punto di cedere all’attrazione che pure prova per Eva, poi sceglie il contrario. Al successivo esame, la ragazza chiede aiuto, lui promette di agevolarla ma la paura poi prende il sopravvento. Nonostante l’intervento di un collega, che ha intuito la situazione, il docente nega l’aiuto promesso, e la ragazza in lacrime rinuncia all’esame e agli studi.

SECONDA STORIA. Una ragazzina rivela al prete che la sta confessando di essere sua figlia Magda, vissuta a partire dalla morte della madre in un orfanotrofio, e gli mostra una foto di lui giovane. Comincia allora un profondo dissidio interiore per il sacerdote, diviso tra l’amore per la chiesa e quello per questa figlia senza nessuno al mondo. Nel colloquio con Vescovo, gli viene proposto di affidare Magda ad un istituto, con possibilità di vederla, ma sceglie di restare accanto a chi ha più bisogno. Lascia la Chiesa per diventare genitore.

TERZA STORIA. Mentre si prepara alle manovre con i colleghi americani della NATO, un colonnello riceve l’inaspettata visita di Tamara, un grande amore vissuto alle Olimpiadi di Mosca e mai del tutto dimenticato. Il colonnello le propone di trasferirsi in Polonia. Lei ottiene dal suo consolato di restare, ma, alla vigilia delle manovre, il generale fa presente al colonnello che quella presenza è scomoda. Lui allora cambia idea e accompagna Tamara all’aeroporto per Mosca.

QUARTA STORIA. Uno spacciatore, catturato con l’eroina addosso, è convinto che la moglie Kryska l’abbia tradito. Quando sta per uscire, le rivela incautamente il nascondiglio dei soldi che servono per la cauzione. Lei li prende, sparisce e lui rimane altri due anni in carcere. Poi la moglie è arrestata per esportazione illegale di valuta ma, al processo, lui si addossa le colpe di tutto e viene ancora condannato. Stavolta però è sicuro che la moglie lo aspetterà.

Fonte: www.cinematografo.it


- PRESENTATO IN CONCORSO A VENEZIA NEL 1997, HA VINTO IL PREMIO OCIC, IL PREMIO FIPRESCI E IL PREMIO "LA NAVICELLA VENEZIA CINEMA SERGIO TRASATTI" PERCHE’ "ALL’INTERNO DI UN RACCONTO DAL RITMO AMABILMENTE PERSUASIVO, MOLTO BEN SCENEGGIATO E INTERPRETATO, SI VEDE NELLA PULSIONE AMOROSA UNA GRANDE FORZA CREATRICE, UNA VITALE EREDITA’ DELLA CONCEZIONE CRISTIANA, CAPACE DI AIUTARCI A FAR FRONTE AGLI EGOISMI DEL MONDO".



ORARI SPETTACOLI

venerdì: 21.15
Torna alla programmazione completa